Accedi al sito
Serve aiuto?

Lavori » Infrastrutture » Gallerie Paravalanghe Passo del Tonale

REALIZZAZIONE DI TRE GALLERIE ARTIFICIALI PARAVALANGHE TRA VERMIGLIO E IL PASSO DEL TONALE IN CORRISPONDENZA DEL RIO FINALE, DEL RIO NEGAZZANO E DEL RIO MERLO

Attività svolte: Progettazione e Direzione indagini geologiche e geotecniche, relazione geologica esecutiva, relazione geotecnica esecutiva, relazione nivologica, Direzione Geologica dei Lavori.

Descrizione dei lavori: è consistita nella realizzazione delle tre gallerie artificiali sopra nominate al fine di garantire l’apertura permanente della strada statale n. 42 del Tonale e della Mendola, anche in concomitanza con eventi nevosi di rilevante entità. L’importo delle opere sfiora quasi i 6 milioni di euro.

Si tratta senz’altro del lavoro più completo realizzato da questo studio da ogni punto di vista: in primis per quanto riguarda l’aspetto valanghivo, dato che le dimensioni geometriche assunte dalla tre gallerie sono il risultato delle modellazioni di dinamica valanghiva eseguite per i tre siti valanghivi. A tal riguardo va sottolineato uno dei primi utilizzi del software di dinamica valanghiva AVAL 1d, realizzato e commercializzato da SLF di Davos (CH), successivamente diventato il modulo di calcolo più utilizzato per la redazione delle carte del pericolo valanghivo.

Sotto il profilo geologico si è trattato di un’esperienza professionale particolarmente interessante ed appagante ma allo stesso tempo anche molto impegnativa per la rilevante incidenza delle opere in oggetto su un territorio particolarmente fragile: ci troviamo infatti nel pieno del lineamento insubrico, il più importanti delle Alpi, e gli effetti di questa grande faglia si riflettono nella rilevantissima fratturazione della compagine lapidea, tanto da farla assomigliare molto di più ad una ghiaia anzichè ad un materiale litoide. Nonostante le numerose indagini esperite (sondaggi e geofisica per lo più) ed il cospicuo numero di verifiche di stabilità realizzate sui fronti di scavo, di altezza spesso dell’ordine dei 20m, è risultata particolarmente indispensabile quanto impegnativa la Direzione Geologica dei Lavori. L’andamento dei cantieri è risultato inoltre impegnativo considerata l’impossibilità di chiudere la strada data la sua importanza, anche da un punto di vista turistico, e anche in relazione alla quota, compresa tra i 1600m e i 1800m s.l.m. e quindi al limitato numero di mesi fruibili.

Info Contatti

Dott. Giovanni Galata studio di Geologia
Via Vittime delle Foibe, 10
38121 - Trento
Trento - Italia
Tel: 0461.230900 / 348.3968865
Fax: 0461 230900
P.Iva: 01553900224
info@studiogalata.it

Social Share